Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

16 maggio 2010

47. Crisi, tecnologia, etica

Faccio da tramite per un messaggio che mi è giunto oggi. Lo trovo molto importante e approfitto della rete per diffonderlo.
In sintesi il contenuto suona più o meno così:


La vera crisi arriverà, non ci siamo ancora entrati. Il modo in cui si presenterà, tuttavia, dipende da noi. Qual è lo scopo della crisi? E' modificare il tenore di vita. Se non capiremo che è questa modifica che dobbiamo attuare, saremo costretti dalla crisi a farlo comunque.

Cosa fare in questo difficile passaggio?

Prima di tutto occorre sapere che la Gerarchia Spirituale concede all'umanità la tecnologia solo dopo che siano stati introdotti e diffusi certi valori etici. L'attuale andamento tecnologico posa le sue basi su rivelazioni giunte dai fratelli oscuri, che hanno venduto la tecnologia senza mettere le basi etiche, conoscendo le leggi per le quali inevitabilmente saremo piombati nella decadenza.

Quello che dunque oggi è davvero imperativo, è immettere valori etici in ogni settore della vita. Solo questo potrà far invertire la tendenza distruttiva di questo ciclo di passaggio.

L'Europa svolge un ruolo importantissimo in questo cambiamento, è il continente più vecchio, evolutivamente parlando (...), e occorre che riprenda la sua funzione portante che è racchiusa nell'etimologia del suo nome:
EU = Bene
UR = Luce
OPA = Terra
cioè "Terra portatrice della Luce e del Bene"
E noi italiani - anche se sembra strano a dirsi - siamo proprio quelli che devono dare l'esempio e iniziare questo percorso di integrazione. Siamo la gamba dell'Europa...

La nube di cenere è stato un segno di avvertimento. Ogni fenomeno naturale risponde al comando di un Deva, e i Deva risponde a un ordine superiore. La nube di cenere sull'Europa è stato un messaggio preciso da parte della Gerarchia: "Con tutta la vostra tecnologia, basta un po' di polvere per mandarvi nel caos..."
Per mostrare, ancora una volta, che i valori che contano non sono affatto quelli tecnologici, ma etici...

Oggi l'economia non è basata sul lavoro (ossia sui rapporti) ma su speculazioni in borsa ecc. che permettono un guadagno facile basato su previsioni di valore... cioè sul niente... e questo va contro le leggi che regolano gli scambi di qualunque natura...

Cosa fare, allora?

Tutti gli aspiranti spirituali, possono immettere una forma pensiero, di modo che vada a formare un punto di Luce nello Spazio... possiamo, ad esempio, ripetere la Grande Invocazione tutti i giorni, e mettere al centro della sua struttura l'Europa, con l'intento che i valori etici divengano prioritari nella società.

*

Chi ha un minimo di conoscenza di come agiscono le forme pensiero, comprende il valore di questo messaggio. Ho spiegato in altri post l'importanza delle parole e dei pensieri... Ricordiamoci che la parole hanno davvero il potere di creare. Occorre che ciascuno di noi smetta di concentrarsi solo su se stesso, e cominci a occuparsi del bene comune...
Siate benedetti, tutti e sempre.