Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2017

Ringraziare per il cibo

Da bambina non era raro trovarmi a delle tavolate dove si faceva una preghiera e si ringraziava per il cibo in tavola. Oggi questo non accade più.

La maggior parte della gente ha perso l'abitudine di benedire e ringraziare per il cibo. Alcuni si lanciano sulle cibarie in tavola senza neanche aspettare che tutti gli amici e i parenti siano seduti. Non di rado accendono pure la tv per "farsi compagnia" o continuano a chattare con lo smartphone. Già tanto se si ricordano di masticare.

Essere disattenti con ciò che mangiamo è solo l'inizio di una disattenzione più grande, quella che estendiamo alle emozioni e alle idee di cui ci nutriamo. Tutto ciò che entra in noi diventa parte di noi e andrebbe vagliato attraverso la nostra amorevole presenza.

Per quanto mi riguarda, se c'è un'atmosfera agitata in cucina o se qualcuno accende la televisione, mangio con difficoltà e il pasto mi risulta più pesante o indigesto. Invece, quando l'ambiente è sereno e accogliente…

Deviazioni

Ogni volta che "scegli" quello che non vuoi veramente crei una frattura nel tuo campo aurico, poiché tradisci te stesso.

Questa frattura ti fa perdere la capacità di mantenerti sintonizzato con la tua "linea di vita" principale, quella che corrisponde al tuo "io" più autentico. Allora vieni inevitabilmente spinto su una deviazione, su un'altra strada, perché non hai più la forza e l'energia per rimanere collegato con quella precedente.

Quante volte hai fatto scelte che veramente non sentivi tue? Quanto volte hai detto sì ma volevi dire no? Quante volte hai rinunciato a un tuo desiderio per assecondare l'approvazione degli altri? Tutte le volte che l'hai fatto, ti sei allontanato dalla strada che avresti percorso se invece avessi scelto te stesso. Ogni volta hai creato una deviazione che ti ha portato sempre più lontano, dentro un destino che non era veramente tuo.

Ma ogni destino, qualunque esso sia, ha le sue lotte, e quindi ti sei trovat…

Quando sei pronto per qualcosa

Quando sei pronto per qualcosa, ma spinto dalla paura e dai dubbi gli volgi le spalle, tradisci te stesso e lo scopo della tua anima.

Sai che la tua esistenza dovrebbe svolgersi su un altro binario, sai che il tuo Sé aspira a ben altre visioni, allora perché aspetti passivamente che le cose cambino da sole? Perché non metti in azione nuove realtà? Perché ti sottrai alle sfide?

Molte delle disarmonie e delle illusioni del nostro tempo derivano dal fatto che gli individui rinunciano al ruolo che davvero compete loro per assecondare paure, calcoli o nevrosi create ad arte da una società che mercifica ogni cosa e dà valore solo a ciò che può essere venduto. Sanno che una direzione li attende, ma se non corrisponde ai piani del mondo che hanno intorno, la mettono da parte, la sminuiscono, la ignorano.

Spesso non è vero che non sai per cosa sei pronto, ovverosia per cosa è pronto il tuo cuore. Lo sai, ma vi rinunci. Rinunci a ciò che ti chiama, a ciò che desterebbe in te stupore e meravigl…

Translate








Acquista Online su SorgenteNatura.it