Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2012

Rendere sacra la materia

Ci sono dei giorni, dei momenti, in cui sento una particolare connessione con l'infinito.
Potrebbe sembrare una specie di innamoramento. Anche se è molto, molto più intenso, e al centro di questo oceano non c'è una persona specifica, ma la vita e tutto ciò che essa contiene.
Accade senza preavviso, ma so bene che è il frutto di percorsi dove mi sono dovuta spogliare di molto...
Quando sono benedetta da questi momenti, sento che quello è il mio stato naturale, e non mi capacito di come si possa vivere in mezzo a preoccupazioni, ansie, ricatti, paure.
Sono istanti di benedizione, e io li porto nel cuore.

Noi esseri umani sprechiamo la nostra esistenza, troppo spesso messa al servizio di ombre, di attaccamento al dolore, di inutili questioni.
Dobbiamo invertire questo flusso, dobbiamo tornare a scavare verso l'alto.
Siamo esseri celesti, capaci di rendere sacra la materia, ed è questo il compito a cui ciascuno di noi, in realtà, è chiamato. Ma non lo sappiamo, e invece di se…

Dare forma

Cos'è che spinge due persone a mettersi insieme?
Fino a che punto, e da quale momento abbiamo la possibilità di scegliere?
Qual è il ruolo delle nostre credenze?
Le credenze da dove arrivano? Sono parte di un disegno karmico (creato in altre vite, in altre esistenze)?
E se la personalità umana è una entità "fuori Legge" (poiché tutto in Natura fluisce e dona, mentre essa trattiene per sé), non sarà che comunque è una parte fondamentale del puzzle?

Imparare ad amare? ... Sì, questo è lo Scopo.

Ma cosa significa amare?
E può l'amore prescindere dall'amore di noi stessi?
Si può avere paura di amare, o di avvicinarsi a qualcuno che sentiamo potremmo amare?
E quanto, in questa ruota, è tutto frutto della nostra "programmazione" piuttosto che della nostra libertà?
Che dire, poi, degli Oscuri che cospiranoaffinché l'essere umano ignori il suo potere creativo e rimanga misero quale è, di modo che la sua energia venga spremuta per nutrire altri intenti?

La r…

Cambiamento

Pochi di noi hanno ancora il dubbio se ci sia un'accelerazione in corso. Nella nostra vita e nella vita delle persone attorno a noi vediamo accadere, in modo sempre più frequente, problemi di ogni tipo.
Ma anche soluzioni di ogni tipo.
Il cambiamento non è mai stato così protagonista come in questi ultimi anni, in questi ultimi mesi. Opporsi a esso è sempre più difficile, e chi lo fa, cercando di trattenere cose e situazioni, viene travolto in un modo o nell'altro.
Questo è il tempo della scelta, scelta tra il fluire e l'opporsi, tra il e No.
Restare nel mezzo, con i Forse, Bho, Non mi riguarda... non sembra più possibile.
Non è più possibile perdere coscienza, perdere tempo. Perché equivale a perdere noi stessi.

L'accelerazione vibrazionale che stiamo vivendo porta i nodi al pettine. Lo stiamo vedendo a livello collettivo, dove sempre più meccanismi occulti vengono portati alla luce, denunciando istituzioni e politici corrotti.
A livello personale, molti di noi st…

Anima, ricorda chi sei

Anima, tu che a volte temi, dubiti e soffri per il buio che hai intorno, cosa vuoi sentirti dire? Che sei stata brava a superare molte prove? Che hai avuto coraggio? Ebbene, ciò è vero... eppure c'è ben altro che puoi affrontare, c'è ben altro che puoi costruire. Non guardare agli altri, questa non è una gara; il tuo percorso è tuo soltanto, è parte del tuo "destino". E il tuo destino è ben più che "gestire la paura". Hai una moltitudine di esistenze dentro di te, e hai una moltitudine di soli con i quali illuminarle. Non ti accontentare di accendere qualche stella, se puoi dare vita a una galassia intera!

Anima, sii grande, di quella grandezza che viene dall'accoglienza del cuore e dal coraggio dell'intento. Non lasciare che ipocrisia e dubbi ti distolgano dalla realizzazione di questa vita. Ricorda chi sei. Ricorda che il centro è dentro di te, mai fuori. Dal centro prendiamo amore, nel fuori lo riversiamo: questo è il flusso corretto dell'en…

Verità

"Starò facendo bene o male?"
"Devo prendere questa strada o quell'altra?"
"Perché questa situazione non mi convince in pieno o mi crea preoccupazione?"
"Sto buttando via il mio tempo?"

Incontro spesso queste domande nella mia vita.
Quando accade, mi siedo tranquilla in un angolo del mio essere, e poi faccio a mia volta un'altra domanda a me stessa...
"C'è verità, per me, in questa situazione?"
Non rispondo subito, mi concedo del tempo per sentire.
Poi la risposta arriva, e può essere una delle tre seguenti.

"No, non c'è verità".
Allora so che devo cambiare ogni cosa, che un nuovo coraggio aspetta affinché io mi accorga di esso. È un momento di buio, perfetto per accendere una nuova luce e illuminare una direzione più autentica.
L'anima non ci vuole mai lontano da noi stessi.

"Sì, c'è verità".
Non significa che non ci sia il dubbio o il conflitto, ma che in questo momento di vita mi trovo dov…

Equilibrio

Ok, ha ceduto. Il perfezionismo ha perso! E ora ve la siete cercata. Brevi, molto brevi (tutto è relativo, eh), spesso senza immagini… e più frequenti. Ecco le caratteristiche dei prossimi post!
Ho così tante idee da trasmettere, che spesso non so da dove cominciare. La mia "mente umana" è troppo limitata per organizzare in maniera sistematica tutti questi contenuti! Ho la casa sommersa da appunti, diari, fogli… Studi, canalizzazioni, ispirazioni… Se solo mi assomigliate un po', nell'indagare l'invisibile e nella voglia di crear ponti con questa realtà (anche) tramite l'arte delle parole, allora mi capirete.
Ecco, se lascio fare al perfezionismo, incontro muri insormontabili!

Oggi voglio parlare di equilibrio. Questa parola così importante è la chiave per il superamento dei problemi e per vivere al meglio.

In certe dottrine metafisiche si dice che l'umanità appartiene al Quarto Raggio che è anche chiamato il raggio della "armonia tramite conflitto&q…

Il contatto con le idee

Ogni mattina ho un appuntamento fisso con il mio diario. Mentre - lo so - trascuro il blog.
Che volete farci, sono una nostalgica del vecchio modo di raccogliere idee, quello che usa inchiostro e fogli di carta.

Quando mi avvicino al diario, so riconoscere quasi al tatto o attraverso il profumo la "qualità" di ogni sua pagina: se vi è felicità, indifferenza, tristezza... Se poi chiudo gli occhi e rivolgo l'attenzione ai fogli senza alcun preconcetto mentale (come quello che "sono solo cose"), mi pare quasi di sentirli vivi, capaci di raccontare storie che vanno oltre a quelle descritte con le parole che vi sono incise sopra.
Questo è possibile poiché la carta assorbe non solo l'inchiostro ma anche l'energia che accompagna i nostri pensieri mentre scriviamo o leggiamo. Assorbe qualità, vibrazioni, sensazioni... informazioni che usa e trattiene per sé.
Lo stesso accade se si legge un libro: dopo averlo sfogliato, studiato, vissuto... si avverte che non è…

Translate








Acquista Online su SorgenteNatura.it