Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

10 maggio 2010

44. L'unico Maestro

Attraversiamo speranze, delusioni,
terre che luccicano e terre arse dal deserto...
Inseguiamo miraggi, castelli,
progetti pieni, che diventano vuoti...
Ci vestiamo di desideri, di corpi diversi
per scrutare nel femminile, nel maschile,
nella notte, nel giorno...
Entriamo nella rabbia, nel perdono,
nel distacco, nell'attaccamento...
Cerchiamo fuori, cerchiamo dentro...
Ci appassioniamo a un'arte, a una persona,
a un maestro...
Sposiamo cause, idee, progetti...
Poi rimettiamo tutto in gioco, da una catena ad un'altra,
da un paio di ali ad un altro...
Abbandoniamo la fiducia, soffochiamo la linfa del sentire,
diventiamo grigi, invisibili, malati...
Scopriamo, ci eccitiamo, 
sentiamo la gioia nella carne...
Accendiamo fiamme,
timide e deboli, improvvise e distruttive...
E torniamo all'inizio del cerchio.
Di nuovo odiamo, di nuovo amiamo,
di nuovo deludiamo, di nuovo siamo delusi,
di nuovo perdoniamo, di nuovo siamo perdonati...


Finché ci accorgiamo che ogni volta siamo un po' più su nella spirale della Vita... che come un DNA cosmico si eleva attorno ad un unico progetto solare: realizzare che - in ogni luogo, in ogni momento, con ogni persona, con ogni situazione - l'unico Maestro da seguire è "sempre e solo il Cuore"