Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

21 novembre 2018

Non svelare i tuoi desideri

Credo che molte delle nevrosi e delle cadute del mondo moderno siano causate dal fatto che abbiamo smesso di nasconderci. Raccontiamo tutto a tutti, mostriamo tutto a tutti. Se qualcosa è per noi importante, ecco che subito ne parliamo, lo sveliamo, lo vendiamo all’attenzione altrui, invece di custodirlo così come si dovrebbe custodire un seme prezioso, al buio e sotto terra.

In altre parole ti sto suggerendo di tenere per te i tuoi obiettivi e le tue mete, le tue aspirazioni e le tue fantasie. In questo modo puoi dare loro quella cura che può esserci solo in una relazione nascosta, esclusiva, dove nessun altro trovi spazio.

Arriva il momento, certo, in cui alcuni progetti possono essere condivisi, ma è bene farlo solo quando sono stati realmente impiantati nella materia e quando la condivisione rappresenta il passo ideale e opportuno di quella dimensione.

Se hai necessità di chiedere consigli sul tuo percorso, puoi fare domande vaghe senza rivelare i dettagli del quadro; inoltre, tieni presente che è bene chiedere solo a chi "ascolta" e ti è "alleato". Per il resto, quando hai un obiettivo o un desiderio ancora in embrione è meglio non svelarlo. Diversamente, rischi di esporlo a sostanze mentali contrarie, di spolparlo attraverso i pensieri inopportuni degli altri, rendendolo più debole e fragile.

Meno parli di quello che stai realizzando e meglio è. Impara a creare una relazione segreta con te stesso e con ciò che stai creando, una relazione dove esisti in una maniera di cui nessuno può e deve sapere niente. A questa relazione affida la cura di tutto ciò che in te vuole crescere.

Naturalmente questo non significa chiudersi a riccio, diventare nevrotici ed evitare ogni contatto. Come accennato, ci sono i modi e i tempi giusti per mostrarsi al mondo. Ma occorre mantenere le proprie radici dentro quel niente, dentro quel giardino segreto che non vuole e non deve essere visto dagli altri, un giardino dove metti i tuoi semi – i tuoi desideri e le tue aspirazioni – affinché crescano veri, sacri e splendidi, fino al momento in cui i loro germogli potranno essere mostrati alla luce del sole, se è il loro destino.

Camilla









Eventi

Lunedì 10 dicembre 2018 condurrò una serata insieme alla sensitiva Rosy Frojo per parlare di "intuizione e come svilupparla". Maggiori info a questo link.

Lunedì 7 gennaio 2019 vi aspetto insieme a Gaia Shamanel per iniziare l'anno con "invocazioni e preghiere" di buon auspicio. Info a questa pagina.



Consigli di acquisto

Il Metodo Bullet Journal Il Metodo Bullet Journal
Tieni traccia del passato, ordina il
presente, progetta il futuro
Ryder Carroll

Compralo su il Giardino dei Libri


Oracolo dei Registri Akashici

Oracolo dei Registri Akashici
Con 44 carte
Lianka Trozzi

Compralo su il Giardino dei Libri


Yoga: Il Metodo Iyengar

Yoga: Il Metodo Iyengar
La guida definitiva
Silva Mehta, Mira Mehta, Shyam Mehta

Compralo su il Giardino dei Libri

10 novembre 2018

AAA cercasi guru disperatamente

Amici, questo post ha il sapore del "marketing" ma, se osservate con più attenzione, vedrete che ha soprattutto il sapore della gioia!

Annuncio pubblicamente che il mio libro
AAA cercasi guru disperatamente
Come salvarsi l’anima, il portafogli e le mutande – Manuale pratico di sopravvivenza spirituale
(Anima Edizioni)
sarà disponibile in libreria a partire da marzo 2019. La versione e-book sarà fruibile già per Natale.

Dettagli scheda

Stai cercando un salvatore, un maestro o un qualunque guru al quale appioppare i tuoi problemi esistenziali e delegare le scelte che non sai fare con la tua testa? Nessun problema! A tua disposizione oggi trovi tantissimi santoni pronti a venderti filosofie di vita di ogni tipo e non hai che l’imbarazzo della scelta.
Oppure sei fra coloro che non inseguono maestri ma collezionano seguaci, sperando di diventare uno di quei tanto fantomatici guru che a questo punto non si capisce bene a cosa servano? Anche qui, nessun problema: sono tante le persone che vogliono essere guidate invece di guidare se stesse, devi solo approfittarne.
Non vuoi fare né il seguace né il santone? Allora non ti rimane che una terza opzione: alzare le chiappe dalla sedia e riconoscere che l’unica persona che può cambiare la tua vita sei tu. Certo, non avrai più scuse per trascurare la tua anima, ma almeno questa smetterà di strapparsi i capelli per tutte le volte che ha cercato di richiamare la tua attenzione e tu l’hai spudoratamente ignorata, come solo un essere umano sa fare.

Puoi innamorarti di un guru e far dipendere da lui le tue scelte, o innamorarti di te e realizzare che l’unica vera persona che cambierà la tua vita sei tu. Nel primo caso butta via questo libro, non ti servirà. Nel secondo caso, tienilo stretto

Su di me

Camilla Ripani è ricercatrice indipendente nel campo della spiritualità e della crescita personale. È appassionata di metodi per educare la mente e trasmutare il dialogo interiore. Ha frequentato diverse scuole per apprendere la meditazione e la guarigione esoterica, approfondendo gli studi, tra gli altri, con la guaritrice spirituale Umberta Favre e il ricercatore e scrittore Francesco Varetto. Ha sempre mantenuto uno spirito critico autonomo, rielaborando e adattando alla vita pratica quanto appreso. Considera l’intuizione come la risorsa più significativa per contattare i mondi dell’invisibile e trarre da essi ispirazione e visione. È caporedattrice di Anima.TV, blogger ed esperta di comunicazione.

Riferimenti

Pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/cercasiguru

Link sul Giardino dei libri: https://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__aaa-cercasi-guru-disperatamente-ripani-libro.php?id=159047&pn=5648




Spero non che questa mia iniziativa sia di vostro gradimento, ma che vi colpisca al cuore e vi affondi. Comunque vada, vi auguro sempre e comunque di essere guru di voi stessi!

Camilla



Eventi

Lunedì 10 dicembre 2018 condurrò una serata insieme alla sensitiva Rosy Frojo per parlare di "intuizione e come svilupparla". Maggiori info a questo link.

Lunedì 7 gennaio 2019 vi aspetto insieme a Gaia Shamanel per iniziare l'anno con "invocazioni e preghiere" di buon auspicio. Info a questa pagina.



Su Facebook

Se ti piace alzarti presto al mattino, ti interessi di crescita personale e spiritualità, e sei una persona veramente costruttiva, potresti trovare interessante il mio gruppo The Miracle Morning Italia - La Chiave Suprema del Mattino.

Visita la pagina del mio nuovo libro AAA cercasi guru disperatamente.

Visita la pagina dedicata alla gratitudine Grazie è una parola magica: usala.


10 ottobre 2018

Sei un hater o un lover?

Hater è un sostantivo inglese che grosso modo significa "colui che odia", da hate, "odio", oppure to hate, "odiare".

Su Internet gli hater sono tutti coloro che spargono intolleranza, rancore, odio, divisione... ma anche cinismo, disfattismo, vittimismo. Li riconosci subito dai commenti che lasciano sotto i post, pieni di pessimismo e lamentela nei casi migliori, rabbia e inciviltà in quelli peggiori.

Gli hater si sentono a loro agio nel cercare di sminuire chi fa bene e si impegna, attaccano chi è diverso dalla massa, non perdono occasione per fare i bastian contrari e trasformare un post costruttivo in una polemica senza fine.

Dal punto di vista energetico gli hater potrebbero essere definiti "vampiri energetici", sia quando sono attivamente propensi a distruggere o a cercare di snaturare un discorso, sia quando sono passivamente propensi a lamentarsi o a cercare il peggio di ogni situazione: in entrambi i casi corrodono le tue buone intenzioni, attaccano la tua voglia di vivere e ti lasciano il cuore a secco, mentre loro si sentono ricaricati, appagati, soddisfatti per aver diffuso un po' di oscurità.

Oltre agli hater, vi è un'altra "categoria" di cui si parla poco ma che sta emergendo e che troviamo sempre più attiva anche in rete: si tratta dei loverLover significa "amante", inteso come "colui che ama", dall'inglese to love, "amare", o love, "amore".

I lover spargono semi di luce a più non posso cercando di coltivare fratellanza, tolleranza, amore, occasioni di crescita e di unione. Attenzione, non si tratta di mielosi individui che porgono sempre l'altra guancia, infatti sanno essere duri e risoluti quando è il caso di arginare situazioni disfattiste, ma sono sempre pronti al dialogo e a offrire un'occasione.

I lover si aprono all'ascolto e cercano di lasciare spazio agli altri, incoraggiandoli a esprimersi e a crescere. Si sentono a loro agio quando le persone sono nella gioia e danno il meglio di se stesse, cosa che porta sempre giovamento a ogni comunità.

Dal punto di vista energetico i lover possono essere definiti "servitori del nuovo mondo", quel mondo che l'anima sta portando sul nostro pianeta per rispondere agli intenti di un piano divino più grande (e molti dei lover, quando non coscienti di questo, lo avvertono comunque in modo inconscio sotto forma di speranza o di una visione accennata nel loro cuore).

I lover agiscono nella maniera più diversificata: c'è chi si impegna in attività sociali e solidali, chi lavora su se stesso per superare i propri limiti e trasformare in meglio la propria frequenza e/o chi "semplicemente" se ne va in giro a donare un sorriso, una buona parola, un atto di gentilezza. Ognuno ha il proprio modo peculiare di essere lover.

E tu, come agisci su Internet e nella vita di tutti i giorni? Sei un hater o un lover?

Camilla







Eventi

Vi aspetto lunedì 22 ottobre 2018 per la serata gratuita dedicata al tema "Il dialogo interiore... come strumento di evoluzione" presso Anima Edizioni in Corso Vercelli 56, Milano, alle ore 19:00. Ingresso gratuito. Tutte le informazioni a questo link.

Lunedì 10 dicembre 2018 condurrò una serata insieme alla sensitiva Rosy Frojo per parlare di "intuizione e come svilupparla". Maggiori info a questo link.

Lunedì 7 gennaio 2019 vi aspetto insieme a Gaia Shamanel per iniziare l'anno con "invocazioni e preghiere" di buon auspicio. Info a questa pagina.



Su Facebook

Se ti piace alzarti presto al mattino, ti interessi di crescita personale e spiritualità, e sei una persona veramente costruttiva, potresti trovare interessante il mio gruppo The Miracle Morning Italia - La Chiave Suprema del Mattino.



Consigli di acquisto

I Tarocchi degli Angeli I Tarocchi degli Angeli
78 carte con miniguida per 
la lettura e l’interpretazione dei simboli

Doreen Virtue, Radleigh Valentine

Compralo su il Giardino dei Libri

Enneagramma, Tarocchi e Cristalli Enneagramma, Tarocchi e Cristalli
Sentiero di conoscenza, 
consapevolezza e guarigione

Carla Maria De Bortoli

Compralo su il Giardino dei Libri

Quello che Loro Mi Hanno Detto Quello che Loro Mi Hanno Detto
...messaggi colti e raccolti

Daniel Meurois

Compralo su il Giardino dei Libri

5 ottobre 2018

La legge dell'attrazione funziona veramente?

La legge dell'attrazione funziona veramente? Alcuni pensano di no, altri di sì, altri ancora sono incerti.

Rhonda Byrne, nel suo libro The secret, scrive:
Ogni cosa che arriva nella tua vita tu la attrai nella tua vita. Ed essa è attratta da te a causa delle immagini che tu conservi nella tua mente. Essa è ciò che stai pensando. Qualunque cosa stia passando nella tua mente tu la stai attraendo a te. Ogni pensiero se ti appartiene è una cosa reale – una forza. 
La legge dell'attrazione ci dice che i nostri pensieri sono magnetici e quindi hanno la capacità di attirare ciò a cui danno forma con la sostanza mentale.

Alcuni interpretano questa legge come la possibilità di ottenere quello che desiderano utilizzando delle visualizzazioni mirate o concentrando i propri pensieri su di esso, ma spesso rimangono delusi perché non ottengono risultati.

Il punto è che non basta avere "qualche" pensiero focalizzato, ma bisogna che la mente sia focalizzata nella sua interezza.

Una mente focalizzata è una mente che governa i pensieri, le emozioni sottostanti e le azioni sul piano fisico. Significa che non solo hai la capacità di scegliere i tuoi pensieri e mantenere l'attenzione sull'oggetto prescelto, ma che il tuo dialogo interiore è altrettanto focalizzato, e così lo sono le tue credenze profonde, le tue emozioni e le tue scelte pratiche. In altre parole, significa che attraverso la tua mente sai governare e mantenere coeso il tuo modo di essere e di fare.

Tutto di te deve essere orientato verso l'obiettivo che desideri e, se ti accorgi che non è così, allora devi lavorare e impegnarti per allineare ogni tua parte a questo intento.

Hai presente quando qualcuno si mette veramente in testa di ottenere qualcosa?

Si alza presto la mattina, si dà una disciplina, si impegna per fare i passi necessari. Le sue parole, i suoi pensieri, quello che fa... è tutto focalizzato nel coltivare il suo obiettivo e le cose belle che vorrebbe far entrare nella sua esistenza.
Affronta i suoi doveri nel quotidiano mentre con il cuore mantiene la rotta verso la meta, fiducioso che in un modo o nell'altro la raggiungerà perché è ciò che desidera con l'anima.
Non ha fretta, ma non perde tempo e resta sveglio alle occasioni.
Non spreca energie a combattere battaglie inutili, a lamentarsi, ad avere paura. Anche quando non è sicuro di fare bene, si dà da fare e agisce piuttosto che rimanere paralizzato.
Studia, lavora, si appassiona del suo campo, frequenta le persone che potenziano il suo modo di vedere la vita e che lo aiutano a migliorarsi.
Il suo intento non è un vago desiderio che si affaccia timidamente tra mille pensieri, ma è un fuoco che apre strade dove prima sembravano esserci solo vicoli ciechi.

Ecco, per uno così, la legge dell'attrazione funziona... veramente.

Camilla








Eventi

Vi aspetto lunedì 22 ottobre 2018 per la serata gratuita dedicata al tema "Il dialogo interiore... come strumento di evoluzione" presso Anima Edizioni in Corso Vercelli 56, Milano, alle ore 19:00. Ingresso gratuito. Tutte le informazioni a questo link.

Lunedì 10 dicembre 2018 condurrò una serata insieme alla sensitiva Rosy Frojo per parlare di "intuizione e come svilupparla". Maggiori info a questo link.

Lunedì 7 gennaio 2019 vi aspetto insieme a Gaia Shamanel per iniziare l'anno con "invocazioni e preghiere" di buon auspicio. Info a questa pagina.



Su Facebook

Se ti piace alzarti presto al mattino, ti interessi di crescita personale e spiritualità, e sei una persona veramente costruttiva, potresti trovare interessante il mio gruppo The Miracle Morning Italia - La Chiave Suprema del Mattino.



Consigli di acquisto

Autostrada per la Ricchezza Autostrada per la Ricchezza
Decifra il codice della ricchezza 
e vivi da ricco per sempre

MJ DeMarco

Compralo su il Giardino dei Libri

L'Infinitamente Poco L'Infinitamente Poco
La filosofia giapponese che
ci libera dalla sindrome dell'accumulo

Dominique Loreau

Compralo su il Giardino dei Libri

The Miracle Morning The Miracle Morning
Trasforma la tua vita un mattino
alla volta prima delle 8.00

Hal Elrod

Compralo su il Giardino dei Libri

1 ottobre 2018

Portare a termine le cose e autostima

L'autostima è connessa alla capacità di portare a termine le cose. Cos'è l'autostima? È percepire se stessi come individui capaci di condurre la propria vita.

Se apri tanti progetti e ne concludi pochi o nessuno, agli occhi della tua coscienza ti trasformi in una persona poco affidabile, che non sa ottenere ciò che si prefigge.

Portare a termine le cose accresce l'autostima perché accresce la percezione di essere un individuo che può contare su se stesso per raggiungere i propri obiettivi.

Il punto di vista neurofisiologico

Il cervello si sente "gratificato" quando porti a termine dei compiti, mentre entra in stress quando non riesci a farlo.

Questo meccanismo si basa sul circuito della ricompensa cerebrale caratterizzato dall'attivazione della dopamina, un neurotrasmettitore correlato al piacere. Il punto è che il piacere correlato alla realizzazione di un obiettivo ti spinge a reiterare l'azione (quindi a essere motivato) perché tutto ciò produce un maggiore rilascio di dopamina.

Per questo è utile prefiggersi compiti molto piccoli ma che si riescano a portare a termine, piuttosto che cercare di completare un unico grande compito che li contenga tutti. Nel primo caso, ti sentirai gratificato e motivato per ogni volta che avrai portato a termine ciascuno dei piccoli compiti, mentre nel secondo caso dovrai aspettare di aver completato tutto il processo, rischiando nel frattempo di cadere nell'ansia e nella frustrazione.

Il punto di vista energetico

I pensieri e le idee hanno una consistenza energetica che li rende vivi. Quando li generi e li incanali per iniziare un progetto, è come se generassi dei figli energetici.

Se il progetto continua a vivere e a crescere, significa che lo stanno facendo i tuoi "figli", cioè i pensieri e le idee a cui hai dato vita. Se invece lo abbandoni, allora abbandoni anche i tuoi "figli". In quest'ultimo caso sentirai di aver sprecato e buttato via parte della tua energia, il che, a lungo andare, potrebbe incidere negativamente sulla tua vitalità e spingerti a provare poca autostima nei tuoi confronti.

Cosa fare

Se pensi di avere una bassa autostima e ti percepisci come una persona incapace di portare a termine i propri progetti, ecco cosa puoi fare.

1) Prima di tutto assicurati di avere una reale percezione dei passi avanti fatti sino a oggi. Sono sicura che ci sono tantissime prove che hai superato, compiti che hai portato a termine e situazioni che hai risolto nel corso degli anni. Dedica un po' di tempo a ricordarli tutti e trascrivili su una lista. Poi metti questa lista sopra la scrivania o attaccata allo specchio del bagno, affinché sia sempre sotto il tuo sguardo.

2) Cerca obiettivi che abbiano l'approvazione della tua anima. Se non ti piace la parola "anima", puoi pensare all'approvazione del tuo cuore, del tuo sì interiore, della tua energia vitale, di ciò che avverti essere giusto. A volte ci prefiggiamo degli obiettivi per un senso del dovere, più che per un reale senso di realizzazione personale.

3) Scegli pochi obiettivi, anche uno soltanto. Se più strade ti chiamano, scegline una. A volte la lezione che dobbiamo apprendere è proprio quella di imparare a scegliere ciò che conta di più e lasciar andare ciò che non appartiene alla nostra scelta.

4) Assicurati che gli obiettivi siano misurabili e precisi, non vaghi. Esempio: "Perdere due chili in quindi giorni" e non "voglio dimagrire". Altro esempio: "Completare tutti i capitoli del corso di inglese entro sei mesi" e non "voglio imparare l'inglese".

5) Se hai sogni, progetti o obiettivi consistenti, ricordati di scomporli in piccoli passi o sotto-obiettivi (come già accennato prima). Fai in modo che i sotto-obiettivi siano brevi e facilmente raggiungibili, non importa se così diventeranno più numerosi, perché diventeranno anche più facili da raggiungere e stimoleranno maggiormente la tua motivazione.
Questo principio vale sia per un progetto a lungo termine che per esempio richieda mesi o anni per essere realizzato, sia per un compito che richieda l'impegno di una giornata soltanto: puoi sempre scomporlo in una serie di piccoli passi.

Camilla





Eventi

Vi aspetto lunedì 22 ottobre 2018 per la serata gratuita dedicata al tema "Il dialogo interiore... come strumento di evoluzione" presso Anima Edizioni in Corso Vercelli 56, Milano, alle ore 19:00. Ingresso gratuito. Tutte le informazioni a questo link.



Su Facebook

Se ti piace alzarti presto al mattino, ti interessi di crescita personale e spiritualità, e sei una persona costruttiva, potresti trovare interessante il mio gruppo The Miracle Morning Italia - La Chiave Suprema del Mattino.



Consigli di acquisto


Interpretare il Mito Interpretare il Mito
Come percorso di autoconoscenza

Cesare Peri

Compralo su il Giardino dei Libri

L'Intuizione Streaming - Da Vedere Online L'Intuizione
Come incarnare i propri i talenti
e liberare la propria energia creativa

Salvatore Brizzi

Compralo su il Giardino dei Libri