Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2018

Sei un hater o un lover?

Hater è un sostantivo inglese che grosso modo significa "colui che odia", da hate, "odio", oppure to hate, "odiare".

Su Internet gli hater sono tutti coloro che spargono intolleranza, rancore, odio, divisione... ma anche cinismo, disfattismo, vittimismo. Li riconosci subito dai commenti che lasciano sotto i post, pieni di pessimismo e lamentela nei casi migliori, rabbia e inciviltà in quelli peggiori.

Gli hater si sentono a loro agio nel cercare di sminuire chi fa bene e si impegna, attaccano chi è diverso dalla massa, non perdono occasione per fare i bastian contrari e trasformare un post costruttivo in una polemica senza fine.

Dal punto di vista energetico gli hater potrebbero essere definiti "vampiri energetici", sia quando sono attivamente propensi a distruggere o a cercare di snaturare un discorso, sia quando sono passivamente propensi a lamentarsi o a cercare il peggio di ogni situazione: in entrambi i casi corrodono le tue buone intenzion…

La legge dell'attrazione funziona veramente?

La legge dell'attrazione funziona veramente? Alcuni pensano di no, altri di sì, altri ancora sono incerti.

Rhonda Byrne, nel suo libro The secret, scrive:

Ogni cosa che arriva nella tua vita tu la attrai nella tua vita. Ed essa è attratta da te a causa delle immagini che tu conservi nella tua mente. Essa è ciò che stai pensando. Qualunque cosa stia passando nella tua mente tu la stai attraendo a te. Ogni pensiero se ti appartiene è una cosa reale – una forza. 

La legge dell'attrazione ci dice che i nostri pensieri sono magnetici e quindi hanno la capacità di attirare ciò a cui danno forma con la sostanza mentale.

Alcuni interpretano questa legge come la possibilità di ottenere quello che desiderano utilizzando delle visualizzazioni mirate o concentrando i propri pensieri su di esso, ma spesso rimangono delusi perché non ottengono risultati.

Il punto è che non basta avere "qualche" pensiero focalizzato, ma bisogna che la mente sia focalizzata nella sua interezza.

Una

Portare a termine le cose e autostima

L'autostima è connessa alla capacità di portare a termine le cose. Cos'è l'autostima? È percepire se stessi come individui capaci di condurre la propria vita.

Se apri tanti progetti e ne concludi pochi o nessuno, agli occhi della tua coscienza ti trasformi in una persona poco affidabile, che non sa ottenere ciò che si prefigge.

Portare a termine le cose accresce l'autostima perché accresce la percezione di essere un individuo che può contare su se stesso per raggiungere i propri obiettivi.

Il punto di vista neurofisiologico

Il cervello si sente "gratificato" quando porti a termine dei compiti, mentre entra in stress quando non riesci a farlo.

Questo meccanismo si basa sul circuito della ricompensa cerebrale caratterizzato dall'attivazione della dopamina, un neurotrasmettitore correlato al piacere. Il punto è che il piacere correlato alla realizzazione di un obiettivo ti spinge a reiterare l'azione (quindi a essere motivato) perché tutto ciò produce un m…

Translate








Acquista Online su SorgenteNatura.it