Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

6 novembre 2016

Atteggiamento mentale e pensieri nascosti

La Legge dell'Attrazione ci dice che l'atteggiamento mentale è determinante nella creazione della nostra realtà.

Bisogna considerare che il nostro atteggiamento mentale è formato dai pensieri coscienti, ma anche da quelli semi-coscienti (o automatici) e da quelli di cui ignoriamo l'esistenza (totalmente nascosti perché inconsci).

Quest'ultimi possono essere molto grandi e molto potenti, arrivando a condizionarci profondamente, e spiegano anche perché, se all'apparenza abbiamo pensieri costruttivi, non riusciamo più di tanto a sbloccarci dalle situazioni.

In genere riesco a individuare i pensieri nascosti grazie a degli episodi "esterni". Quando qualcosa o qualcuno mi ferisce in modo particolare, mi metto alla ricerca di una risonanza interna. E alla fine la trovo, trovo cioè una qualche configurazione che assomiglia all'evento esterno, solo che vive dentro di me. Allora capisco che ciò che mi ha danneggiato là fuori ha potuto farlo perché si era alleata con quello che avevo nel mio profondo.

Anche se ho già affrontato l'argomento in altri post, faccio un esempio pratico per chiarezza.

Mettiamo che ti senti ferito perché qualcuno critica i tuoi errori, dando per scontato ciò che invece fai sempre in modo corretto. Poi arriva il giorno che qualcun altro, facendo uno sbaglio, ti fa saltare le staffe. Allora pensi che è uno che non è attento, che non capisce, è superficiale o menefreghista.

Se ascolti il tuo dialogo interno, potresti accorgerti che la voce dei tuoi pensieri ricorda in qualche modo quella esterna che ti aveva accusato. E se ascolti ancora un po', potresti realizzare che quella voce, quella che sta borbottando verso chi ti ha fatto arrabbiare per il suo sbaglio, la maggior parte delle volte è verso di te che punta il dito.

Per questo le critiche esterne fanno così male, perché ti mostrano il dolore che ti provoca il critico interiore.

Allo stesso modo, ho più volte verificato come ciò che ho reso luminoso dentro di me, ciò che ho sciolto e superato, trovi corrispondenze anche nel fuori, attraverso altrettante situazioni luminose e di risoluzione.

In altre parole, ciò che permetti dentro di te, nel bene e nel male, è ciò che inevitabilmente permetti anche fuori di te.

Camilla





Ricomincio da Me Giovanna Garbuio Ricomincio da Me
Amore, Gratitudine, Non Giudizio,
Perdono, Benedizione

Giovanna Garbuio

Compralo su il Giardino dei Libri

L'Ottavo Senso Tanja Aeckersberg L'Ottavo Senso
Attivare l’espansione della coscienza
e l’autoguarigione

Tanja Aeckersberg

Compralo su il Giardino dei Libri