Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

19 ottobre 2014

Mens sana in corpore sano

Mens sana in corpore sano è una locuzione latina tratta da un verso di Giovenale, che si può tradurre come "mente sana in corpo sano". L'autore, di fatto, invitava a pregare gli Dei solo per chiedere salute fisica e psichica, e non per assecondare il proprio attaccamento a valori o beni di carattere effimero. 
Mens sana in corpore sano è anche una delle quattro categorie di questo blog, ma la uso pochissimo... Direi che è tempo di rimediare!

Sappiamo che corpo e psiche sono profondamente connessi e si influenzano a vicenda. Prendersi cura del corpo e della propria energia vitale, dunque, è importante quanto curarsi del proprio equilibrio mentale e spirituale.

Negli ultimi due anni, per me, non c’è stato nulla di più trasformativo dell'ascoltare il corpo e le sue esigenze, educandolo a uno stile di vita più adeguato alle sue possibilità.
Ho imparato a mangiare meglio. Ho fatto regolari sedute di Hatha Yoga e passaggiate sotto il sole. Ho anche curato maggiormente il mio aspetto e il senso della bellezza, non per gli altri ma per il piacere di stare con me stessa. Ho allontanato persone che mi provocavano disagio e chiusura. Ho imparato a rispettare di più i miei “no” e i miei “sì”. E e ho imparato a non dare giustificazione delle mie scelte (mi basta quello che sente la "pancia"). Ho imparato anche a tenere casa in ordine e a renderla accogliente...

Nulla di trascendentale, dunque, ma “banale” impegno quotidiano nell'ascoltare-scoprire-assecondare-educare le mie energie e nel tenere ordinati luoghi interiori ed esteriori, al di là di ogni paura, disfattismo, caduta.

Proprio quando meno me lo aspettavo, tutto questo mi ha dato (e mi sta dando) un nuovo impulso spirituale, annaffiando la mia creatività, aprendo nuove vie, nuove guarigioni, e rendendomi più capace di lasciar andare tutto ciò che non è essenziale. Ho toccato con mano in che modo il piano fisico influenza il mio rapporto con il piano spirituale.

In effetti, la coscienza è maggiormente sensibile alle azioni perseveranti più che a ogni altra cosa, e le mie azioni hanno trasmesso alla mia anima il sapore della presenza, la ricerca attiva dell’equilibrio, la pazienza, il rispetto della mia verità, la cura dei miei "strumenti". 
Hanno trasmesso che non solo “desidero” tutto questo per me, ma che sono pronta a viverlo. 
Certo, c’è ancora molto che posso fare-scoprire-inventare-assaporare, ma l’importante è stato incamminarsi sul percorso, fare passi concreti.

Il corpo è lo strumento sacro con cui l'anima compie la sua opera nella "realtà", ed è suo diretto messaggero (…) Se è vero che l'anima influenza il corpo, è anche vero il contrario: il corpo influenza il modo in cui percepiamo i segnali dai mondi invisibili (...)

Per favore, abbiate cura del vostro corpo. Abbiate cura delle sue esigenze, dei luoghi in cui vive, delle sensazioni di cui si fa portavoce. Uno stile di vita equilibrato (e ognuno naturalmente ha il proprio personale "equilibrio" ed è bene che lo scopra il prima possibile), in sintonia con ciò che vi fa stare bene, è connesso con la vostra spiritualità più di quanto immaginiate.

Dunque vi rimando ai prossimi post, dove, tra messaggi spirituali, intuizioni animiche e scoperte dei mondi interiori, condividerò anche consigli "pratici" relativi al piano "corporale" :)
A presto!