Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

20 luglio 2013

Arrendersi

Il potere non ha mai la pazienza dell'amore. Il potere vuole tutto e subito. Mentre l'amore non forza mai una direzione, una crescita, anche se fa in modo di alimentarla.

L'attaccamento all'energia del potere è qualcosa che conosco molto bene, per questo posso dire che si manifesta in modi anche subdoli, che a volte chiamiamo "generosità", "benevolenza", "arrendevolezza" o anche "amore", "amicizia", "sentimenti"… ma altro non sono che vie per legare gli altri.

Ogni volta che ci ritroviamo a vivere un periodo di dolore o difficoltà, fermiamoci per un istante e chiediamoci: c'è stato un momento, in passato, in cui abbiamo fatto delle scelte per brama di potere? E al posto di "potere" leggasi: attaccamento, avidità, ricerca di sicurezza, voglia di avere il controllo, desiderio di sentirsi importanti, ecc. Perché quello è il momento in cui abbiamo indebolito il nostro sistema psico-fisico, quello è il momento in cui abbiamo aperto una porta a energie pesanti, comunque le si voglia chiamare.

Ogni volta che assecondiamo la voglia di potere, a discapito dell'amore, mettiamo il seme per una nuova sofferenza. Non è un giudizio, è un accorgersi. Accorgersi che all'amore ci si può arrendere - e ci si deve arrendere - ed è quello il momento in cui cominciamo a guarire dalle nostre ombre.



Image credits: ©2006-2013 ~oxymore