Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

24 marzo 2011

78. Quando amiamo

Spesso condanniamo i nostri errori. Ancor più spesso lo facciamo a livello inconscio. 
In passato abbiamo sofferto, qualcuno o qualcosa ci ha fatto del male, e una parte di noi, per sopravvivere e accettare quel che è accaduto, decide in qualche modo che "se lo meritava".
Per questo soffriamo così tanto di fronte a ogni abbandono, a ogni abuso: sentiamo di non meritare l'amore.
Per paura di sentire quella ferita, facciamo scelte che non sono scelte, ma fughe. Ci allontaniamo dalle strade che, invece, avremmo voluto per noi. E alla fine ci critichiamo, ancora una volta, per la nostra "incapacità".

11 marzo 2011

76. Se solo le cose fossero andate diversamente...

Le cause dei nostri malesseri

I miei pensieri di questi giorni sono troppo intensi, troppo automaticamente intensi: non sono io a esserne padrona, non sono "io" a pensare. Chi pensa, allora? La domanda mi fa accorgere che sto eseguendo un "programma". Un elemento molto attivo di questo programma vorrebbe farmi credere che le cause dei miei malesseri risiedono in qualcosa accaduto nel passato.

Il giorno prima il vicino ci ha insultato. L'altra settimana il capo ci ha negato un aumento di stipendio. Quella prima il fidanzato (oramai ex-fidanzato) ci ha spezzato il cuore. Mesi fa abbiamo subito una delusione da un famigliare. Da bambini siamo stati maltratti. E l'astrologa ci ha pure svelato che nella vita precedente ci hanno accoltellato. Tutto ciò dovrebbe giustificare e spiegare il nostro stare male.

Siamo sicuri? Siamo davvero sicuri che il nostro stare male oggi dipenda da quanto accaduto non-oggi?