Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

7 luglio 2011

93. Cambiamento

Molti si lamentano che "le cose non cambiano mai". E quando si prova a cambiarle, si lamentano che non si fa abbastanza o che tanto non servirà a nulla.
 Ecco, forse bisogna accorgersi che queste persone (o parti di noi!) sono interessate al lamento, non certo al cambiamento!

Chi è interessato al cambiamento, sa che ogni piccola azione è preziosa e fa di tutto - proprio di tutto - per farla crescere. L'intento e la forza che si mette nel cambiamento sono la base. Se non si esprime un intento chiaro, se ogni giorno non si ricorda a se stessi il proprio obbiettivo, e non si annaffia questo seme, bhé... cosa ci si deve aspettare che accada? Ve lo dico io: accadrà quello che è sempre accaduto mantenendo le modalità del passato: niente di nuovo!

Cosa aspetti a cambiare? Perché freni in te la possibilità di dire "scelgo" e di combattere assiduamente per quella scelta? ... Non ci sarà nessun risultato, nessun cambiamento, se continuerai a piangerti addosso. Avrai buttato la tua vita, per nutrire l'ombra della frustrazione.
Vuoi davvero aspettare che il mondo sia cambiato per poter dire "Ah, ecco, ora entro anch'io nel cambiamento"? Eppure così sarebbe il solito modo di fare: quello delle pecore, che si muovono solo quando tutti gli altri si sono mossi prima di loro.

Il cambiamento può avere inizio solo nel momento in cui tu decidi di cambiare. Non ti può essere donato da nessuna persona o situazione esterna a te. Se tu non decidi, altri (o altro) decideranno al posto tuo...