Iscriviti per ricevere i nuovi post via email

20 giugno 2011

90. Il tempo dei costruttori

Il conquistatore ha dominato il mondo fino a oggi. In epoche più antiche solcava gli oceani sulle sue navi, per giungere a terre lontane da sottomettere. Conquistava paesi e portava a casa i tesori sottratti lungo il viaggio. Incuteva terrore o affascinava con il suo potere e la sua aggressività. In epoca moderna, il conquistatore non scende più nei campi di battaglia ma piuttosto conquista dei ruoli nella vita, e tutti con un'unica costante: affermare se stesso.


Alcuni conquistatori continuano a sedurre e a manipolare imperterriti per ottenere oggetti, potere, donne o quanto aggrada al loro ego. Si tratta di una seduzione fine a se stessa, che consuma chi vi si assoggetta e lascia dietro di sé solo polvere e cenere.

Durante i secoli, le donne hanno accolto e "amato" i conquistatori, la loro prepotenza e il loro vigore. Ancora oggi, molte non si accorgono di essere attirate da quel tipo di "energia". E in questo modo guardano al passato, non al presente. In questo modo si legano al karma, non lo trascendono. Rimangono prigioniere.

Nel presente, invece, c'è un nuovo tipo di energia che sta attivando una vera e propria rivoluzione planetaria: l'energia del costruttore. Si tratta di una vibrazione più sottile, a un'ottava più alta rispetto a quella del conquistatore, perché si mette al servizio del bene collettivo.


I costruttori stanno emergendo dalle viscere della terra per agire alla luce del sole. Quest'epoca chiede alle donne di abbandonare il lato oscuro, di scegliere la Forza per partorire ed educare i costruttori. A coloro che non rispondono a questa chiamata, ma che potrebbero, viene meno l'appoggio dell'Anima. E' inevitabile.

Quella stessa energia che per secoli abbiamo messo al servizio dei conquistatori, amandoli o sognando di essere come loro, ora possiamo metterla al servizio di chi costruisce, per costruire a nostra volta. Non spaventiamoci se tutto intorno sembra crollare, ma guardiamo più a fondo: i costruttori stanno già edificando le fondamenta di una nuova civiltà, più etica.

Siamo fra loro... o stiamo ancora giocando a conquistare donne, potere, soldi... attenzione?